• 42° Incontro Corregionali

    Convegno
  • Soggiorno culturale 2019

    Cerimonia conclusiva soggiorni culturali 2019 Palazzo Montereale Mantica
  • Stage giovani corregionali e Ri-scoprire il Friuli

    Luglio 2019
prev next

Sydney. Tino Morassut: «Qui si stanno organizzando convoli charter per il recupero di australiani in diversi paesi»



speciale04 2Tino Morassut è il Presidente EFASCE di Sydney. Dall’Australia ci racconta com’è la situazione con il Coronavirus. «Attualmente l’Australia non ha una diffusa trasmissione di Covid-19. Il Primo Ministro ha attivato il Piano di risposta alle emergenze. I viaggi aerei sono stati ridotti sia a livello internazionale che nazionale. I confini statali sono chiusi. Al pubblico è stato chiesto di seguire l’allontanamento sociale e mantenere l’igiene. Ad oggi (settimana prima di Pasqua, ndr) ci sono 6292 casi con 52 morti con 3265 recuperati. Gran parte dei casi era di persone che tornavano dall’estero, in particolare su navi da crociera. Le persone rispettano generalmente le distanze sociali e le richieste del governo. Chiunque entri in Australia verrà prelevato dall’aeroporto e collocato in hotel dove verrà isolato per 14 giorni. Sono in fase di organizzazione speciali piani con voli charter per il recupero di australiani in diversi paesi, tra cui il Sud America e l’Africa».

Restrizioni
Da sabato Santo le regole in vigore a livello federale sono: nessun raduno al chiuso o all’aperto di più di due persone a meno che non siano tutti membri della stessa famiglia. Le persone non dovrebbero uscire di casa se non per motivi essenziali: fare acquisti per cibo o altri beni essenziali, frequentare il lavoro o l’istruzione (se non è possibile farlo da casa), fare esercizio fisico o per cure mediche o bisogni compassionevoli. Alcuni confini degli Stati sono chiusi ad eccezione delle persone con esenzioni per i viaggi essenziali. Può esserci un massimo di un visitatore (non un membro della tua famiglia) a casa, ma alcuni Stati stanno adottando un approccio meno rigoroso. Le persone devono mantenere una distanza di 1,5 metri se sono in contatto con membri al di fuori della propria famiglia (negozi, posto di lavoro, fuori per l’esercizio ecc..). I ristoranti e le caffetterie possono offrire solo da asporto o consegne a domicilio, mentre pub, palestre, cinema, casinò e luoghi di culto sono chiusi. Ad alcuni rivenditori non essenziali è ancora consentito di essere aperti purché rispettino le misure di allontanamento sociale.

Italia
«Già all’inizio di febbraio ricevevamo notizie sull’epidemia in Italia. L’Australia ha accesso ai notiziari di paesi stranieri, tra cui RAI International con notizie della sera precedente trasmesse in televisione, insieme al quotidiano bisettimanale di Sydney La Fiamma e alle emittenti radio locali italiane che forniscono aggiornamenti giornalieri. Poi c’è internet e Facebook. Ad esempio sono collegato al sito Facebook di Sesto al Reghena. Herr, il sindaco della città, fornisce aggiornamenti settimanali ai suoi cittadini. Ciò fornisce anche un aggiornamento a livello locale. Infine c’è il telefono, molti australiani hanno i loro cari in Italia e sono stati contattati a livello personale. Tuttavia possiamo dire di aver ricevuto aggiornamenti a vari livelli. L’Abbazia di Santa Maria in Sylvis ha trasmesso i servizi pasquali direttamente sul Facebook. Questo è stato in grado di interagire con un pubblico più ampio».
facebook2 linkedin youtube

Design by Michele Stefanato