• Young Adults 2018

    Soggiorno culturale 2018 Pordenone
  • 41° Incontro corregionali

    Pordenone 28 e 29 luglio 2018
  • Stati Generali dei corregionali

    Trieste - ottobre 2015
prev next

40° incontro annuale: dal Mondo in centinaia 2^ parte


A San Vito e Valvasone emigranti Efasce ed Ente Friuli nel Mondo


31 incontro1Una grande festa, con centinaia di persone da ogni angolo del mondo che si sono incontrate e hanno condiviso un momento speciale. E’ questo il senso della manifestazione che si è svolta domenica tra San Vito al Tagliamento e Valvasone, che ha riunito emigranti aderenti all’Efasce di Pordenone e all’Ente Friuli nel Mondo di Udine.

La prova del fuoco
Per le due associazioni è stata la prova del fuoco, dove per la prima volta si lavorava assieme, superando storiche divisioni, allo scopo di "fare squadra" nell’interesse degli emigranti. E l’esito ha dato ragione ai due presidenti, Michele Bernardon (Efasce) e Adriano Luci (Ente Friuli nel Mondo). Tutto è filato liscio, nessun problema, con i membri dei due sodalizi fianco a fianco per tutto il tempo. Anche le autorità intervenute nel corso della giornata, hanno evidenziato questo aspetto, ciascuno a suo modo.

31 incontro4Messa
La giornata è incominciata alle 10 a San Vito con il raduno di tutti i gruppi di emigranti davanti al santuario di Madonna di Rosa, dove il vescovo di Concordia-Pordenone mons. Giuseppe Pellegrini ha celebrato la messa. Durante l’omelia il presule, partendo dalle parole del vangelo della domenica in cui si esortano i cristiani a discernere le cose buone da quelle meno buone ha decisamente annoverato fra le prime questa iniziativa intrapresa fra le due storiche associazioni friulane. A fine messa dopo le foto di rito, spostamento di massa nel centro di Valvasone, dove si è composto il corteo con la banda del paese in testa, le autorità e i labari di decine di Comuni delle due province di Udine e Pordenone. Al monumento ai caduti si è svolta una breve ma intensa cerimonia con l’esecuzione dell’inno di Mameli e la deposizione della corona d’alloro sulle note del Silenzio. Quindi spazio ai discorsi delle autorità.

Discorsi autorità
Così, mentre i sindaci dei due comuni (Antonio Di Bisceglie e Markus Maurmair) hanno esaltato lo spirito di unione e collaborazione, il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini, dopo aver lodato le due associazioni, non ha rinunciato ad alcune puntualizzazioni sul ruolo degli organismi di volontariato che si occupano di emigrazione. Anche l’assessore regionale Paolo Panontin ha benedetto la collaborazione tra Efasce e Efm, ricordando i suoi trascorsi personali, in quanto assieme alla sua famiglia ha conosciuto personalmente l’emigrazione.Sono intervenuti naturalmente anche i presidenti Bernardon e Luci che hanno ribadito la volontà di proseguire sulla strada intrapresa convinti in questo modo di interpretare la volontà dei nostri corregionali sparsi nel mondo. Ha chiuso la serie di inteventi il presidente del Consiglio regionale Franco Iacop che ha elogiato l’iniziativa e incoraggiato i due sodalizi a continuare nel percorso virtuoso intrapreso.

31 incontro5Pranzo sociale
Quindi nuovo trasferimento, ma questa fino al centro polifunzionale "Pasolini", a mezza strada tra Valvasone e Arzene, per il momento conviviale destinato a oltre 700 persone, con le immancabili foto di gruppo, canti e abbracci finali, e la promessa di rivedersi il prossimo anno. Dove e con quali modalità è ancora presto per dirlo, per ora i due presidenti si sono goduti il piacere di sentirsi attorniati dall’incontenibile calore umano dei nostri corregionali e registrare il significato storico della giornata: un punto fermo nel rapporto tra i due enti, da cui non si potrà tornare indietro.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato