• Young Adults 2018

    Soggiorno culturale 2018 Pordenone
  • 41° Incontro corregionali

    Pordenone 28 e 29 luglio 2018
  • Stati Generali dei corregionali

    Trieste - ottobre 2015
prev next

40° incontro annuale: dal Mondo in centinaia 1^ parte


Venerdì 28 - accoglienza e saluto delle delegazioni

Con il ricevimento ufficiale delle delegazioni estere in municipio, ha preso il via venerdì pomeriggio a San Vito al Tagliamento il 40° incontro dei corregionali all’estero organizzato dall’Efasce. A rendere gli onori di casa il sindaco Antonio Di Bisceglie, il presidente dell’Ente Michele Bernardon, e la consigliere regionale Chiara Da Giau. Decine di delegati provenienti da Canada, Stati Uniti, Brasile, Uruguay, Argentina, Francia, Inghilterra, Germania, Svizzera, Romania e Australia hanno accolto l’invito, testimoniando con la loro presenza l’attaccamento che ancora unisce, a volte anche a distanza di due-tre generazioni, gli emigranti con la terra d’origine.La serata è proseguita con un omaggio al poeta Leonardo Zanier (pure emigrante per lunghi anni in Svizzera), recentemente scomparso, le cui poesie sono state lette da Giuseppe Mariuz e l’inaugurazione di una mostra fotografica sull’emigrazione.


A Giulio Mazzolo il premio "Odorico da Pordenone"A Giulio Mazzolo il premio "Odorico da Pordenone"

Classe 1984, originario di San Vito, fa il pendolare tra Milano e Hannover, in Germania"
Quale emigrazione: dai bastimenti a vapore ai voli low cost": in sei sul palco per raccontare la propria esperienza


31 incontro2Sabato 29 con il convegno "Quale emigrazione: dai bastimenti a vapore ai voli low cost" e la consegna del premio "Odorico da Pordenone" il 40° incontro annuale è entrato nel vivo con le testimonianze dei giovani che hanno scelto di lavorare o studiare all’estero. Quasi un confronto generazionale, tra i discendenti degli emigranti partiti nei decenni passati, e i venti-trentenni protagonisti della nuova ondata migratoria (quelli della cosiddetta "generazione Millennials"). Non a caso il titolo dell’incontro era "Quale emigrazione: dai bastimenti a vapore ai voli low cost".

Testimonianze
In sei sono saliti sul palco, per raccontare la propria esperienza: Letizia Santin, originaria di Chions, con un’esperienza di due tirocini in uno studio legale a Londra; Enrico Cristante, sanvitese, dirigente in un’azienda medica in Inghilterra; Silvia Corrado, di Cavasso Nuovo, con esperienze in area tedesca; Vanderleia Alberton, brasiliana, originaria di Caneva, insegnante di italiano in una scuola di Rio Grande do Sul; Lorenza Venerus, giovanissima cordenonese, impegnata nei progetti di scambio culturale con i giovani corregionali; e Sara Scodeller, di San Vito, che ha costruito una carriera professionale nel mondo della cioccolata, tra Londra e i Caraibi.

31 incontro3Le conclusioni
Le conclusioni sono state tratte dal vice presidente della Regione Sergio Bolzonello. Tema caldo, che ha suscitato molto interesse, è stato quello della Brexit e delle possibili conseguenze sui tanti corregionali che vivono a Londra.Numerose le autorità presenti, dal parlamentare Giorgio Zanin al consigliere regionale Elio De Anna. Significativa poi la presenza di un delegato dell’altra grande associazione regionale di migranti, l’Ente Friuli nel Mondo, rappresentata da Luigi Papais, che ha suggellato la svolta storica nella collaborazione tra i due enti.

Premio Odorico
Al termine del convegno, si è svolta la cerimonia di consegna del premio "Odorico da Pordenone", istituito dalla Provincia per onorare un cittadino della Destra Tagliamento che si è fatto onore nel mondo. Quest’anno il riconoscimento è stato assegnato a Giulio Mazzolo, classe 1984, originario di San Vito, attualmente pendolare tra Milano e Hannover, in Germania. Laureato in Fisica e Astronomia, ha condotto esperimenti sulle onde gravitazionali, accanto ai maggiori scienziati europei. Molti applausi per lui e grande commozione tra i familiari presenti a teatro.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato