• Young Adults 2018

    Soggiorno culturale 2018 Pordenone
  • 41° Incontro corregionali

    Pordenone 28 e 29 luglio 2018
  • Stati Generali dei corregionali

    Trieste - ottobre 2015
prev next

Dall’incontro con i corregionali ai soggiorni culturali

L’Efasce prospetta un anno ricco di iniziative: tornano Young Adults e Ri-scoprire il Friuli Approvata all'unanimità la relazione del presidente Bernardon: conti in ordine e rapporti migliorati con le associazioni


26 efasceBilancio in sicurezza, rapporti con le altre associazioni, progetti di scambio con gli emigranti. Sono questi i tre punti di forza emersi dall’assemblea annuale dell’Efasce che si è svolta venerdì a Pordenone. I soci presenti hanno approvato all’unanimità la relazione del presidente Michele Bernardon, autorizzando così la realizzazione del programma 2017. Ma procediamo con ordine.

Situazione finanziaria
Per quel che riguarda il bilancio, è stato registrato nel 2016 un calo sensibile delle risorse finanziarie a causa della soppressione della Provincia di Pordenone.
Questo mancato apporto è stato in parte compensato da contributi straordinari della Regione, che sono però vincolati ad alcune tipologie di progetti.
Ciò ha costretto l’Efasce a rivedere il programma, concentrando le forze sulle attività più importanti. Nel complesso, il 2016 si è chiuso poco sopra i 200 mila euro, mentre per il 2017 si è ritenuto opportuno fermarsi a una previsione di 180 mila euro, di cui 85.500 euro destinati a spese di gestione e 94.500 ai progetti.

Associazioni: rapporti
I rapporti con le altre associazioni dei corregionali all’estero, e in particolare con l’Ente Friuli nel Mondo, sono decisamente migliorati. Superate alcune criticità, é prevalso l’obiettivo comune: tutelare gli interessi dei migranti. «Questo - ha evidenziato Bernardon - è un valore comune che deve spingerci a unire le forze, pur mantenendo ognuno il proprio ambito operativo». Già lo scorso anno sono state realizzate diverse iniziative in comune, prima a Bruxelles e Charleroi, poi a Londra; a gennaio 2017 in Australia, a marzo in Uruguay e in Argentina. Tra le iniziative in cooperazione rientra anche il prossimo incontro annuale dei corregionali all’estero, che l’Efasce organizzerà l’ultimo week end di luglio a San Vito al Tagliamento e l’Ente Friuli nel Mondo a Valvasone.

Scambi con emigranti
Il 2017 si presenta ricco di proposte. Al di là dell’incontro di San Vito, di cui si è detto, luglio vedrà ripetersi anche due soggiorni culturali che hanno riscosso grande interesse negli ultimi tempi: Young Adults e Ri-scoprire il Friuli, entrambi destinati, pur con formule diverse, a far conoscere la nostra regione ai discendenti dei nostri emigranti.
In autunno sono previsti anche due incontri con i segretariati Efasce del Nord America e con quelli del Brasile. Altri progetti ancora potranno essere sviluppati in base ai contributi che perverranno. A questo proposito il presidente Bernardon ha voluto ringraziare le istituzioni che sostengono l’Efasce, prime tra tutte la Regione, la Fondazione Friuli e i Comuni di Pordenone e Cordenons, ma anche le scuole superiori che collaborano da anni ai progetti: il "Leopardi-Majorana", "Le Filandiere" di San Vito e "Il Tagliamento" di Spilimbergo. Un grazie anche alla Camera di Commercio di Pordenone per l’aiuto nella gestione del social network delle "Eccellenze Pordenonesi nel Mondo", che raccoglie membri da 36 nazioni diverse.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato