• Young Adults 2018

    Soggiorno culturale 2018 Pordenone
  • 41° Incontro corregionali

    Pordenone 28 e 29 luglio 2018
  • Stati Generali dei corregionali

    Trieste - ottobre 2015
prev next

Il FVG fa sistema con Montevideo e Buenos Aires Serracchiani: «Sottoscriveremo importanti accordi»

Al centro dei colloqui l’economia del mare, l’innovazione tecnologica, la ricerca e l’agroalimentare. «Con il coraggio dei padri e dei nonni dobbiamo affrontare le sfide»


11 argentina1Si è conclusa in modo estremamente positivo la missione istituzionale in Sud America della Presidente della Regione FVG Debora Serracchiani, accompagnata dall’ Assessore alla cultura, sport e solidarietà responsabile per i rapporti con i corregionali all’estero Gianni Torrenti (nella prossima edizione de Il Popolo le sue conclusioni).
«Gli incontri avuti a Montevideo e a Buenos Aires con i massimi esponenti dei due rispettivi governi sono stati estremamente importanti - ha dichiarato la presidente -, coronati da un impegno ad arrivare alla sottoscrizione di accordi su alcuni settori importanti di cui abbiamo parlato in questi giorni: l’economia del mare, l’innovazione tecnologica, la ricerca, l’agroalimentare, ovvero tutto ciò che in questo momento può essere di interesse e di affinità per entrambi i nostri Paesi e in particolare per il Friuli Venezia Giulia».
Così la presidente Serracchiani ha sintetizzato l’esito della serie di colloqui ad alto livello che ha avuto nei giorni scorsi in occasione della missione istituzionale avviata in Uruguay e conclusa in Argentina in concomitanza con gli Stati Generali dei nostri corregionali in America Latina.

11 argentina211 argentina5Emigrazione regionale in America Latina
Nel suo ultimo giorno di permanenza a Buenos Aires la presidente Serracchiani ha partecipato anche all’apertura degli Stati Generali dei Corregionali in America Latina organizzati dall’Ente Friuli nel Mondo in collaborazione con le altre sei associazioni regionali riconosciute. «Essere qui apre il cuore - ha detto nel saluto dal palco la presidente - si ha la netta sensazione di un contatto sempre presente, nonostante la distanza di due continenti. Con lo stesso coraggio dei padri e dei nonni - ha aggiunto - dobbiamo affrontare le sfide di oggi per i nostri figli e i nostri nipoti. Perché il ricordo vivo prevalga sulla nostalgia serve una nuova tessitura con l’obiettivo di attrarre i nostri giovani così da evitare che s’interrompa il legame tra storia passata e futuro".
La presidente della Regione ha evidenziato la funzione di antenne che i nostri corregionali sono chiamati a esercitare nei territori dell’America Latina e ha insistito sulla "capacità di portare fuori dai singoli contesti delle famiglie i ricordi perché se ne parli in tutti i Paesi in cui viviamo». «Vedervi qui tutti insieme pur con storie e provenienze diverse è la più bella fotografia che porto con me in Italia» ha concluso la presidente.

11 argentina4Le associazioni dei corregionali
La parola è passata quindi ai rappresentanti dei sodalizi. Di ricambio generazionale e di corregionali ambasciatori delle eccellenze regionali ha parlato Stefano Lovison, di Ente Friuli nel Mondo. Franco Miniussi, vicepresidente dei Giuliani nel Mondo, ha tratto un bilancio positivo sui passi in avanti fatti da ottobre 2015, data dell’evento preparatorio plenario di Trieste. Se anche Cecilia Brumat (Alef) ha sostenuto l’opportunità di un avvicendamento degli attuali dirigenti dei sodalizi, Renzo Mattelig (Unione emigranti sloveni) ha posto l’accento sulla necessità di uno spazio culturale comune indipendente dallo spazio di vita geografico, mentre Bruna Zuccolin (Eraple) ha suggerito di tenere insieme i temi dell’emigrazione del passato con le nuove partenze di giovani verso l’estero entro la cosiddetta "mobilità" per il lavoro.
Da Michele Bernardon, presidente di Efasce, nel contesto dell’8 marzo è giunto, infine, l’invito ad approfondire l’immane vicenda delle donne dell’emigrazione, fatta di storie di disagio, incomprensione e solitudine.

Corregionali in America Latina
Gli Stati generali hanno visto un gran numero di interventi, in italiano o in spagnolo, da parte di persone provenienti da tutti i Paesi dell’America Latina dove sono insediate le comunità dei nostri corregionali, dall’Argentina al Brasile, dall’Uruguay al Cile. Tra i temi prevalenti, la necessità di assicurare l’interesse per i legami con il Friuli Venezia Giulia nei discendenti più giovani degli emigranti, l’opportunità di sperimentare nuove iniziative efficaci di scambio e di conoscenza e l’orientarsi verso iniziative di scambio linguistico e culturale.

Argentina, 19 milioni di discendenti italiani: secondo solo al Brasile

Con una presenza di 19 milioni di discendenti italiani su una popolazione di 44 milioni di abitanti, l’Argentina è il secondo paese al mondo per numero di oriundi, superata solo dal Brasile (27 milioni). L’alta percentuale di presenza italiana è confermata anche dai dati forniti dall’AIRE Anagrafe Italiani Residenti all’Estero da cui risultano iscritti al 1° gennaio 2016 783.353 italiani fra i quali 39.010 corregionali.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato