• Young Adults 2018

    Soggiorno culturale 2018 Pordenone
  • 41° Incontro corregionali

    Pordenone 28 e 29 luglio 2018
  • Stati Generali dei corregionali

    Trieste - ottobre 2015
prev next

Tolone, l’Efasce al cimitero militare Commemorati i 967 italiani caduti

Bidin ha guidato la delegazione pordenonese: «Importante il legame tra la regione FVG e le regioni del Midi della Francia»


42 tolone1Una delegazione dell’Efasce di Pordenone, l’ente friulano assistenza sociale culturale emigranti, guidata da Alberto Bidin, e dell’ANPI, l’associazione nazionale partigiani d’Italia, provinciale di Pordenone guidata da Giuseppe Mariuz, si è recata alla commemorazione dei caduti italiani al cimitero militare franco- italiano di Saint Mandrier a Tolone organizzata a cura del COM.IT.ES. (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale), rappresentato dal Presidente della Circoscrizione Consolare di Marsiglia Gerardo Iandolo e delle autorità civili e militari francesi. È intervenuto anche l’addetto culturaleFrancesco Neri.
Erano presenti alla cerimonia con labari e bandiere numerose delegazioni di rappresentanze d’arma e civili da varie parti d’Italia, dal Friuli Venezia Giulia al Piemonte alla Campania alla Sicilia.
La sezione francese dell’Efasce di Tolone e del P.A.C.A. (Provenza Alpi e Costa Azzurra) con la presidente Nerina Mogentale Profizi e numerosi aderenti, ha deposto un cesto di fiori per onorare i caduti come segnale di vicinanza ideale di tutti gli emigrati italiani, in particolare degli originari del Friuli V.G. e che vivono e lavorano Francia.
42 tolone2Il cimitero militare di Saint Mandrier raccoglie le salme di 1.801 combattenti francesi, di 967 italiani e alcune decine di serbi, greci e russi, caduti per la Francia, in prevalenza durante la prima guerra mondiale, ma anche più tardi, sino a dopo la seconda guerra mondiale.
La cerimonia si svolge annualmente in occasione del 4 novembre e quest’anno è stata particolarmente partecipata.
Dopo la messa da campo, le autorità militari e un picchetto della Marina francese hanno accompagnato la deposizione di numerosi omaggi floreali ai caduti e sono stati suonati l’Inno di Mameli e la Marsigliese.
Bidin a nome dell’Efasce ha riaffermato l’importanza del legame che lega la Regione Friuli Venezia Giulia alle regioni del Midi della Francia, attraverso i numerosi emigrati qui giunti sin dai primi anni Venti del Novecento, che con il loro lavoro e il loro ingegno stanno costruendo una nuova Europa. Giuseppe Mariuz ha voluto ricordare che la presenza dell’ANPI vuole ricordare i partigiani italiani che qui combatterono e si sacrificarono per riscattare l’Italia dalla guerra di aggressione scatenata dal fascismo a traino del nazismo.
Le autorità civili e militari francesi e italiane, assieme ai numerosi partecipanti alla cerimonia, si sono poi incontrati per un saluto e una degustazione di prodotti regionali predisposta dall’Efasce presso il vicino Centro culturale.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato