• Young Adults 2018

    Soggiorno culturale 2018 Pordenone
  • 41° Incontro corregionali

    Pordenone 28 e 29 luglio 2018
  • Stati Generali dei corregionali

    Trieste - ottobre 2015
prev next

Svizzera, ricordo della tragedia del lavoro dimenticata

Bagnarol in cima alla diga


34 mattmarkIlario Bagnariol, originario di Fiume Veneto (Pn), presidente del Segretariato EFASCE di Ins/Lyss del canton di Berna, ha partecipato al 51° anniversario della grave sciagura che il 30 agosto 1965 travolse ed uccise 88 operai, 56 italiani, 27 svizzeri, 2 austriaci e 1 apolide. Stavano costruendo la più grande diga di terra e pietrame d’Europa ad un’altitudine di 2.200 metri slm a Mattmark nell’alta valle di Saas, situata nelle Alpi del Vallese in Svizzera.
Bagnariol quel pomeriggio era alla guida di un bulldozer quando vide precipitare e passargli a lato a pochi metri l’enorme valanga di ghiaccio e assistere impietrito al seppellimento degli alloggi del cantiere sotto uno strato di una decina di metri di ghiaccio. Anche quest’anno, come ogni anno da allora, Ilario si reca in cima alla diga con molte altre persone di origine italiana come il padre Enrico Romano, della missione Cattolica di Berna, fra’ Costante di Sion, Domenico Mesiano presidente del Comitato Mattmark e dell’associazione Italia/Vallese e molti altri friulani e italiani residenti in Svizzera.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato