• Young Adults 2018

    Soggiorno culturale 2018 Pordenone
  • 41° Incontro corregionali

    Pordenone 28 e 29 luglio 2018
  • Stati Generali dei corregionali

    Trieste - ottobre 2015
prev next

Il 39° incontro annuale a Frisanco nel 40° del terremoto

Il 6 maggio ricorrono i 40 anni da quella tragica sera L’Efasce ha accolto l’invito del Comune che ospiterà il convegno


06 frisanco1Il 6 maggio ricorrono i 40 anni da quella tragica sera quando una interminabile scossa di terremoto, durata poco meno di un minuto, sconvolse il Friuli seminando di lutti e rovine decine di paesi. Per questa ricorrenza l’Efasce, raccogliendo l’invito del comune di Frisanco, ha deciso quest’anno di organizzare il tradizionale incontro annuale dei corregionali all’estero, in questo ridente paese della Val Colvera devastato dalle scosse telluriche del maggio e settembre 1976. In seguito a questo evento disastroso gli edifici di Frisanco e soprattutto quelli della sua principale borgata Poffabro sono stati oggetto di una serie di interventi di ristrutturazione che hanno salvaguardato l’architettura rurale, con le tipiche case in pietra e ballatoi in legno, tanto che Poffabro è stato inserito nella lista dei cento borghi più belli d’Italia.

06 targheIl convegno
Come da consuetudine l’incontro dei corregionali viene preceduto da un convegno su un tema di attualità legato al mondo dell’emigrazione. Per questa speciale ricorrenza è stato scelto di riportare alla luce il ruolo che le nostre comunità friulane all’estero hanno avuto nell’organizzare, con un grande slancio di solidarietà e generosità, la raccolta di fondi a favore dei paesi friulani colpiti dal sisma. Un moto spontaneo, sorto dall’intimo del cuore appena giunsero le prime notizie della tragedia che si era abbattuta nel cuore del Friuli, spinse tante associazioni friulane, ma anche singoli imprenditori e privati cittadini, ad attivarsi creando comitati ad hoc per la raccolta dei fondi a dimostrazione del grande attaccamento che i nostri emigranti avevano mantenuto verso la loro terra di origine. A questi vanno aggiunti anche gli aiuti arrivati da diverse istituzioni di paesi dove maggiore era la presenza dei nostri corregionali a testimonianza della grande stima e considerazione che essi godevano nei rispettivi paesi di accoglienza in cui hanno saputo distinguersi per serietà, laboriosità e rettitudine.

Rockefeller
A riprova di quanta eco ebbe nel mondo questo evento calamitoso basti ricordare, ad esempio, l’arrivo in Friuli, dopo appena una settimana dal sisma, del vicepresidente degli Stati Uniti Nelson Rockefeller.
Mentre si addentrava, in mezzo alle macerie, in uno dei paesi martoriati, abbracciò, con un gesto spontaneo, una anziana terremotata (nella foto) e con questo gesto, come scrisse l’allora direttore del Messaggero Veneto, Vittorino Meloni, «è stato come se l’America avesse abbracciato simbolicamente l’intero Friuli ».
Significative le dichiarazioni rilasciate dal vicepresidente prima di ripartire dall’aeroporto di Aviano:
06 frisanco2«Mi ha commosso l’attaccamento di questa gente alla propria terra, ammiro il loro coraggio, la forza d’animo e la loro dignità». Qualità peraltro non del tutto sconosciute per lui che aveva avuto modo di conoscere i friulani avendoli visti all’opera, come muratori e terrazzieri, nella costruzione dei grattacieli del famoso Rockefeller Centre a Mannhattan.
Più che naturale allora la sua espressione soddisfatta nell’annunciare che il Congresso degli Stati Uniti aveva stanziato una somma pari a 21 miliardi di lire come prima trance di aiuti per la ricostruzione del Friuli.

06 frisanco3Mappatura edifici
Questo convegno a Frisanco sarà anche un’occasione per fare una mappatura degli edifici pubblici nella destra Tagliamento che sono stati ricostruiti o ristrutturati con il contributo dei nostri emigranti.
A tale scopo è stata inviata una lettera di richiesta di informazioni a tutti i sindaci della Provincia di Pordenone. Una analoga lettera è stata inviata ai nostri referenti presso le comunità friulane all’estero.
Al convegno infine verranno invitati, fra gli altri, alcuni rappresentanti delle comunità che si sono distinte in questa gara di solidarietà. Sarà un’occasione, a distanza di tempo, di rinnovare loro, ancora una volta, i nostri più sinceri e calorosi ringraziamenti.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato