• Young Adults 2018

    Soggiorno culturale 2018 Pordenone
  • 41° Incontro corregionali

    Pordenone 28 e 29 luglio 2018
  • Stati Generali dei corregionali

    Trieste - ottobre 2015
prev next

A Pordenone riuniti 93 segretari Efasce

Due giovani discendenti di emigranti hanno deposto la corona davanti al monumento
L’ultimo atto è stato il ritrovo dei 23 giovani partecipanti al progetto Young Adults


08 2Con la festa di domenica 29 luglio si è concluso il 41° incontro tra i corregionali all’estero, organizzato dall’Efasce. La manifestazione ha preso il via alle 10 con l’onore ai caduti in piazzale Ellero dei Mille: al suono della tromba che ha intonato il silenzio, due giovani discendenti di emigranti hanno deposto la corona davanti al monumento, alla presenza del consigliere regionale Christian Vaccher, del vice sindaco del Comune di Pordenone Eligio Grizzo e del presidente di Efasce Michele Bernardon.
I presenti si sono trasferiti poi nella chiesa del Beato Odorico, dove hanno officiato il vescovo monsignor Giuseppe Pellegrini e il parroco don Alessandro Tracanelli. In questa sede ha fatto la sua prima uscita anche il nuovo prefetto di Pordenone, Maria Rosaria Maiorino, da poco assegnata alla città del Noncello.
Al termine della messa, dopo l’augurio del presule e i saluti di rito delle autorità laiche, i presenti (un centinaio circa, in rappresentanza dei 93 segretariati Efasce sparsi per il mondo) hanno dismesso i panni dell’ufficialità e si sono rilassati a tavola parlando tra di loro, in una babele di lingue: inglese, spagnolo, portoghese, italiano, friulano, veneto… ma tutti comprendendosi, in un clima di grande affetto. E’ stato un pomeriggio di grande festa, condito da lunghe chiacchierate, abbracci e anche qualche lacrima. La sera, poi, la partenza in aereo verso casa, con la promessa di rivedersi fra un anno.
Grazie a ... Il presidente Bernardon, nel suo intervento, ha voluto ringraziare tutti quelli che hanno contribuito al successo dell’iniziativa: dall’Amministrazione comunale di Pordenone, che ha ospitato la convention, al consiglio direttivo dell’Efasce, ai segretariati nel mondo e ai molti volontari e sponsor che si sono impegnati, tra cui anche la sezione ANA di Pordenone e la Cantina di Casarsa.
Spenti i riflettori sulla festa dei migranti, non tutto però è finito domenica. L’ultimo atto si è consumato invece lunedì sera, quando si sono ritrovati tra loro anche i 23 giovani partecipanti al progetto Young Adults, finanziato dalla Regione e dalla Fondazione Friuli: dopo due settimane e mezzo di full immersion nella terra dei loro progenitori, sono rientrati alle loro famiglie, con una maggior consapevolezza delle loro radici storiche e culturali. Potrebbero essere loro, un domani, gli ambasciatori del Friuli all’estero.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato