• Young Adults 2018

    Soggiorno culturale 2018 Pordenone
  • 41° Incontro corregionali

    Pordenone 28 e 29 luglio 2018
  • Stati Generali dei corregionali

    Trieste - ottobre 2015
prev next

Partenza del Beato Odorico per la Cina celebrata la ricorrenza dei 700 anni

Campione dell’emigrazione verso l’Estremo Oriente


08 1L'incontro annuale dei migranti della Destra Tagliamento ha preso il via sabato con il convegno sull’Oriente e la consegna del premio "Odorico da Pordenone", nella sala consiliare del municipio di Pordenone. La città è stata scelta come sede dell’evento, per la ricorrenza dei 700 anni della partenza di padre Odorico per la Cina: una figura, la sua, presa come campione dell’emigrazione verso l’Estremo Oriente. E proprio di questo si è parlato al convegno.

Testimonianze
Dopo gli interventi di rito delle autorità (il vice sindaco Eligio Grizzo, il consigliere regionale Christian Vaccher, il presidente Efasce Bernardon e il delegato dell’Ente Friuli nel Mondo Luigi Papais), ha preso la parola il dottor Carlo Scaramuzza, che da appassionato cultore del beato Odorico ha illustrato la vita e i viaggi del frate francescano, che fu in Asia presumibilmente tra il 1318 e il 1330.
Quindi, con un salto di sette secoli, si è passati alla Cina di oggi e alla presenza degli italiani in quel paese, attraverso due testimonianze molto attente: l’ingegner Bruno Colledani ha raccontato dei suoi tre anni in Cina per conto di una multinazionale con sede in Italia, allo scopo di creare la rete postvendita nell’area.
Di seguito ha preso la parola anche il giovane Enrico Salamon, attualmente studente universitario, che ha trascorso in Manciuria un anno durante la quarta superiore.
Entrambi sono andati oltre la loro personale esperienza, per cercare di illustrare anche il modo di vivere di quel paese, la sua cultura e la situazione sociale del momento.
A trarre le conclusioni è stato il giornalista Claudio Romanzin, che ha evidenziato come la Cina stia incrementando notevolmente la sua attrattiva sia in ambito economico che formativo ed è presumibile immaginare, quindi, che nel giro di alcuni anni si potrà assistere alla nascita di una comunità di emigranti della regione, come già accaduto per l’America e per l’Europa. Da notare che tutti gli interventi sono stati concotti in italiano e in inglese, per agevolare la comprensione dei molti giovani discendenti di emigranti, presenti tra il pubblico.

Alla memoria
Un momento di particolare commozione si è avuto quando il vice sindaco Grizzo ha ricordato la figura di Daniele Pellissetti, console dei Maestri del Lavoro ed ex dirigente Savio, che avrebbe dovuto sedere pure lui al tavolo dei relatori, ma è improvvisamente mancato a inizio settimana.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato