• Delegazione Efasce 42° Incontro Corregionali

    Comune di Pordenone
  • Soggiorno culturale 2019

    Cerimonia conclusiva soggiorni culturali 2019 Palazzo Montereale Mantica
  • Stage giovani corregionali e Ri-scoprire il Friuli

    Luglio 2019
prev next

Friulani in Romania da fine 800

Ondate migratorie da Sequals, Maniago, Tramonti e Claut
I discendenti mantengono i contatti con i segretariati


Romania - EfasceRisale alla fine dell’800 l’emigrazione di friulani in Romania, prima per lavori stagionali e in seguito in forma stanziale per fare i boscaioli, i tagliapietra, i carpentieri, i muratori, gli agricoltori o gli operai nelle risaie. Anche dal pordenonese sono partiti all’epoca da Sequals, Maniago, Tramonti, Andreis, Frisanco, Vivaro e Claut in diverse ondate migratorie.
I discendenti di questi friulani oggi vogliono mantenere vivo il rapporto con l’Italia e con la nostra Regione anche attraverso i segretariati EFASCE là presenti.
Purtroppo molti giovani hanno dovuto scegliere nuovamente la strada dell’emigrazione e il cambio generazionale alla guida della nostra associazione comincia ad essere difficoltoso.
Se n’è parlato durante il convegno "Gioventù e rinnovamento" il 16 e 17 novembre scorsi a Slatina, capitale del distretto di Olt. Cristina Amza ha portato i saluti del segretariato locale e, introducendo i lavori, ha sottolineato che il rinnovamento deve venire dai giovani, i quali vogliono guardare al futuro con coraggio ed entusiasmo, ma allo stesso tempo hanno il dovere di onorare il loro passato e tenere fede ai valori che sono stati loro trasmessi.
I giovani, ha proseguito, desiderano essere coinvolti su temi che li riguardano, hanno molto da imparare e sanno che possono contare su di una comunità che trasmette loro i valori, la storia e la cultura friulane.
Le autorità presenti al convegno, Angela Nicolae -prefetto del distretto di Olt- e Ioan Ciugulea -vicepresidente del consiglio distrettuale-, hanno salutato i convenuti congratulandosi per il lavoro svolto dall’associazione in favore dei rumeni di origine italiana e auspicando una futura collaborazione. Il presidente del consiglio distrettuale, Marius Oprescu, ha incontrato la delegazione dell’EFASCE di Pordenone, Luisa Forte e Vera Turrin, informandosi sulle finalità e le attività dell’ente.
Soddisfazione è stata espressa dal giovane Alberto Armanaschi, che ha detto di sentirsi parte di una famiglia, una comunità di persone accomunate dalle stesse radici e che vogliono trasmettersi a vicenda energia, tradizione e amicizia. Tema ripreso anche dal presidente del segretariato di Pitesti, Giulio Armanaschi, il quale ha posto l’attenzione sul ruolo educativo degli adulti e ha evidenziato come sia necessario interagire in maniera propositiva con i giovani in modo da valorizzare le loro risorse e potenzialità in un mondo pieno di incertezze e precarietà per il futuro.
I giovani e i presidenti di segretariato che erano presenti hanno esposto il loro punto di vista e le difficoltà di coinvolgere altri giovani nell’ente, ma si sono impegnati, assieme ai rappresentanti dell’EFASCE di Pordenone, a ritornare sull’argomento, pensando a nuove strategie per garantire un futuro ai segretariati e dare risposte adeguate alle esigenze dei giovani d’oggi.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato