• 42° Incontro Corregionali

    Convegno
  • Soggiorno culturale 2019

    Cerimonia conclusiva soggiorni culturali 2019 Palazzo Montereale Mantica
  • Stage giovani corregionali e Ri-scoprire il Friuli

    Luglio 2019
prev next

L’Efasce, nuova era: si riparte da Gregoris

«Non sarò un Presidente in solitaria, ma il risultato di un Coro»


20 efasce 1Il 3 dicembre 2019, S.E. Mons. Giuseppe Pellegrini, vescovo di Concordia Pordenone, ha incontrato il nuovo Consiglio Direttivo e il Collegio Revisori dei Conti dell’Efasce, riuniti per la prima volta dopo l’assemblea dei soci del 22 novembre.
Nel suo indirizzo di saluto il fervido auspicio che «serenità, entusiasmo e un rinnovato legame con le istituzioni del territorio e quelle all’estero» segnino l’operato dell’Efasce, per gli anni a venire, nella sua attività verso i corregionali. E’ stato sentitamente ringraziato don Aniceto Cesarin, Presidente uscente, per il personale lavoro che in questi mesi ha dovuto svolgere. Dopo la convalida, avvenuta per alzata di mano dei consiglieri eletti. Si è provveduto ad eleggere il nuovo Presidente. Tale ruolo è stato conferito, per acclamazione, al Consigliere Gino Gregoris che ha ottenuto il maggiore numero dei consensi nell’assemblea del 22 novembre.
Il neo Presidente ha preso la parola ringraziando i presenti per la fiducia espressa nei confronti della sua persona. Ha affermato la sua consapevolezza dell’importanza del ruolo ed ha assicurato che il suo sarà un impegno condiviso con tutti i consiglieri ai quali chiede, sin d’ora, di collaborare al meglio delle proprie capacità per il conseguimento di un bene comune, quale la funzione importante che l’Ente richiede. «Non sarò un Presidente in solitaria,ma il risultato di un Coro» ha detto, come l’Opera che è il risultato di una orchestra in cui ogni elemento ha contribuito a trasformare lo spartito in musica, in una serenità ritrovata e all’insegna dell’armonia necessaria che il lavorare insieme richiede. Dichiara inoltre che lo spirito nei confronti dei nostri emigranti non è cambiato nel tempo e che l’obiettivo dell’Efasce sarà quello di diventare sempre più un punto di riferimento, soprattutto nei confronti dei nostri giovani che hanno scelto d’emigrare per avere una prospettiva di carriera e di vita. Questa che viviamo ai nostri giorni è una forma nuova d’emigrazione, diversa da quella che hanno vissuto i nostri corregionali che sono emigrati con la valigia di cartone. Quella dei nostri giovani dotati di una formazione variegata per il mondo del lavoro, non è classificabile come una vera e propria emigrazione, pur dovendosi recare all’estero per poter trovare uno sbocco alle loro competenze attitudinali, tecniche e abilità acquisite in campo professionale. E’ da considerarsi emigrazione temporanea, in quanto non tutti rimangono all’estero in forma permanente. Tale situazione deve essere considerata anche per i giovani che vengono a lavorare nel nostro Paese.

Nel direttivo
Il consiglio direttivo ha eletto su proposta del presidente la prof. Luisa Forte alla carica di vice presidente in quanto la stessa, in un momento delicato di passaggio di gestione, con notevole capacità e cognizione di causa, ha saputo portare a compimento l’attività progettuale che rappresenta il fiore all’occhiello dell’EFASCE. Luisa Forte è la prima donna a ricoprire tale ruolo all’interno dell’Ente. Vera Turrin è stata nominata Segretario - Cassiere. Per quanto riguarda il Comitato esecutivo sono stati nominati per acclamazione Colussi Fernanda, Marzotto Elena, don Alessandro Tracanelli e Claudia Viol. Revisori dei conti sono stati eletti i signori Federico Borean (Presidente), Alberto Bidin e Giorgio Zerio.

Le prime due cariche: i ritratti

20 efasce 2Gregoris Gino Iscritto all’EFASCE dal 2001. Pensionato. Già dipendente Telecom Italia. Sindaco di San Vito al Tagliamento dal 2001 al 2011. Da luglio 2011 a maggio 2013 presidente del consorzio Z.I.P.R., dal 2013 al 2018 consigliere regionale. Attualmente vice presidente EFASCE e consigliere Gruppo Alpini di San Vito al Tagliamento.

20 efasce 3Forte Luisa Nata a San Vito al Tagliamento l’8/3/1962, residente a Valvasone Arzene e insegnante presso Liceo "Le Filandiere" di San Vito al T. Laurea in Lingue e Letterature straniere, diploma in Scienze Religiose e Master di primo livello in Progettazione e valutazione dei processi formativi. Impegnata da sempre nel volontariato, collaboro da diversi anni con l’Efasce, sono componente del Consiglio Direttivo e dell’Esecutivo, ho seguito numerosi progetti, specialmente con i giovani in Italia e all’estero.



Prima uscita pubblica il 27 dicembre

Il 27 dicembre, ore 18, al Palazzo Montereale Mantica, a Pordenone, prima uscita pubblica dell’EFASCE guidata da Gregoris all’incontro "Restare o partire? Sogni, Realtà, Futuro". Giovani corregionali all’estero, eccellenze pordenonesi e studenti si confrontano per affrontare le sfide del proprio futuro: studio, lavoro, progetti di vita all’estero. Le ragioni di una scelta.
Intervengono: Paolo Tomasin, sociologo; Stefano Dri, investment manager (Germania); Giovanni Marzin, design engineer (USA); Valeria Pozzo, cantautrice (UK). Modera Massimo De Bortoli, insegnante.
facebook2  twitter2  google plus3  youtube

Design by Michele Stefanato